ANTI BARBIE

Persone eccezionali

Cristina e Stefano: pura forza, veri guerrieri.

La vita me li ha messi davanti. Non cercano la mia attenzione, ma la ottengono tutta, semplicemente per rimanere lì dritti, nonostante le bastonate ricevute.
Hanno occhi più puri del cristallo di rocca e mani laboriose, ben curate.
Camminano sicuri, parlano chiaro, sinceramente, con la tranquillità dei savi e non stentano ad ammettere perfino le loro mancanze.
Hanno sofferto, continuato a lottare, vinto, ricominciato. Sono stati traditi, umiliati, abbandonati, perseguitati dalla malattia, delusi dall’amore, derisi da quelli che credevano alleati, disprezzati sul lavoro.
Eppure, tutti i giorni si alzano felici, se c’è il sole se lo godono e se piove, si godono anche la pioggia.
Averli incontrati e poter parlare con loro è un onore ed un privilegio.
Credo siano inconsapevoli della meraviglia che portano con sé. Cristina e Stefano non si conoscono, vivono vite straordinarie e parallele.
Sono dovuti crescere in fretta, spinti e strattonati da un’educazione severa.
Sono scivolati sotto il peso dell’aratro e hanno abbondantemente sudato su ogni fertile solco.
Hanno intrecciato indissolubili amicizie, pianificato l’emergenza e superato, senza rete, innumerevoli ostacoli.
Hanno amato ed amano. I loro figli al primo indiscutibile posto.
Sono persone nobili. Indossano in ogni circostanza un vestito elegante, confezionato su misura, in un tessuto rarissimo, chiamato dignità.
Custodisco, in segreto, tutti i loro “buongiorno” e li infilo uno dietro l’altro per farne la collana più preziosa mai indossata.
Il sorriso di Cristina è un momento di infinita compassione mista a tenacia.
Il sorriso di Stefano è una scintilla di ironia ed un soffio di sollievo.
Gli ho scattato molte foto in bianco e nero, che nascondo in un cassetto speciale della memoria e conserververò per sempre.
Se potessi, continuerei il cammino insieme a loro, fino alla meta, ma non glielo dirò, perché il loro passo potrebbe essere diverso dal mio, le nostre soste differenti, così come le nostre decisioni ad ogni bivio.
Approfitto di questo pezzo di strada ed ascolto i loro racconti, annotando ogni parola.
Quando la luce del pomeriggio sfiora i loro zigomi, mi viene il dubbio che il mio tempo accanto a loro sia terminato.
In quel preciso istante mi è chiarissimo: sono persone eccezionali (e sanno addirittura stirare).

This entry was published on February 26, 2014 at 11:02 PM. It’s filed under love quotes and tagged , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink. Follow any comments here with the RSS feed for this post.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: