ANTI BARBIE

AMORROIDE MONOLESIONISTA

Il 33,7% del pianeta ne è gravemente affetto. Tuttavia, data la difficoltà diagnostica, le percentuali di diffusione sono soggette a continui cambiamenti.
Un amorroico monolesionista può sembrare affascinante, carismatico, brillante e perfino generoso.
Si alimenta dell’ amore altrui, con l’unico fine di tollerare se stesso.
Sa perfettamente di essere immaturo, irresponsabile, menefreghista ed egocentrico; si odia per essere così, ma non lo ammetterà mai, tantomeno penserà a curarsi o a cercare aiuto per sgonfiare il suo soffocante ego.
Un amorroico monolesionista è convinto di possedere talento, intelligenza e perfino fortuna.
Vuole che tu sia migliore di lui, perché è convinto di meritare solo i migliori accanto a sé, ma se lo sei, ti disprezzerà per il semplice fatto che lui ti piaccia.
Non usa la menzogna, fa di peggio, omette costantemente la verità.
Un amorroico monolesionista non è che non ti capisca, è che se ti capisce, non gliene importa nulla.
Quando inizi una qualunque relazione affetta da amorroide monolesionista, non ne uscirai a meno che lui non si stanchi di te. Per lui non esisti come essere umano, per lui sei meno di una pietra e correrai il rischio di sembrare meno di niente anche a te stesso.
Un amorroico monolesionista fa male, lascia cicatrici indelebili e non si guarda indietro nemmeno una volta.
Sintomatologia:
– indifferenza, un amorroico monolesionista rimane impassibile davanti a qualsiasi situazione e mantiene una calma fuori luogo;
– mancanza di empatia, impossibilità di identificarsi con sentimenti e necessità altrui;
– ego enorme ed infermo, esagera nel raccontare i propri successi o nel descrivere le proprie capacità,  è convinto che gli altri debbano necessariamente riconoscere questa superiorità;
– risata trattenuta, con la tendenza a sembrare diabolica;
– umorismo grossolano;
– irragionevolezza, pretende che gli altri debbano offrirgli un trattamento di favore o compiano automaticamente le sue aspettative;
– silenzio. Se il suo interlocutore lo invita a ragionare, o mette in dubbio le sue capacità, si chiude a riccio e può arrivare ad isolarsi o non mantenere più alcun contatto per un tempo compreso fra le 24ore e tutta la vita;
– falsità, mantiene rapporti interpersonali superficiali. I suoi migliori amici sono persone chiuse, che raramente esprimono la propria opinione e dicono sempre di sì;
– insofferenza a qualsiasi tipo di discorso, mancanza d’argomenti;
– arroganza ed incoerenza. A volte si nasconde dietro la maschera di “antisistema” per sminuire ed insultare tutto ciò che lo circonda. Tuttavia non solo è parte attiva del sistema, ma agisce esattamente come prevede l’istituzione che dice di disapprovare.
L’amorroide monolesionista non si cura, è una malattia degenerativa e per quanto non sia scientificamente provato, potrebbe essere seriamente contagiosa e provocare la m9orte.

Grazie a M.W. per aver battezzato questo grave disturbo psichico di cui mi sono occupata personalmente per anni.

This entry was published on November 3, 2013 at 9:52 PM. It’s filed under D.I.Y. and tagged , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink. Follow any comments here with the RSS feed for this post.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: